Eventi SEZIONE IN AGGIORNAMENTO

IL PRATO NEL PIATTO
12 week-end alla ricerca e raccolta di 12 erbe selvatiche del Montefeltro tra degustazioni di piatti tipici, prodotti locali e viste al territorio

Cercare e raccogliere erbe selvatiche. E' il pezzo forte di una singolare iniziativa prevista dal 1° aprile al 30 giugno nel Montefeltro e che prende il nome di “Il Prato nel piatto”.
Per 12 week-end sarà possibile passare interi pomeriggi assieme da un esperto botanico e sociologo rurale, Graziella Picchi, a conoscere le erbe selvatiche commestibili, presenti nei prati del Montefeltro. Ogni fine settimana un erba diversa, in una località diversa di questa “Marca” di confine tra Toscana, Umbria e Romagna.

Il “Prato nel Piatto” è una proposta di 12 week-end per conoscere Urbino e il Montefeltro rendendo il visitatore protagonista del suo soggiorno, che vivrà questo territorio in modo del tutto capillare stando a contatto con la gente e le tradizioni di questi luoghi.

L'iniziativa è stata pensata e approntata per gli appassionati della natura e dei cibi tipici, a cui è offerta la possibilità di passare un fine settimana diverso, distensivo ma stimolante, immersi nel panorama incantevole del Montefeltro, una terra ricca di storia e tradizioni.

I singoli fine settimana sono così articolati: sabato pomeriggio gli ospiti parteciperanno alla raccolta di erbe spontanee insieme all'esperto la “sociologa rurale”, che durante la lezione informerà i presenti in maniera scientifica senza però tralasciare l'aspetto legato alla tradizione popolare, ma anche aspetti legati alla cucina, nonché alla magia. L'erba spontanea sarà poi protagonista di un menù, risultato di una ricerca attenta di prodotti tipici legati alla tradizione della provincia di Pesaro e Urbino, ad esempio: farine biologiche, salumi e carni, formaggi, conserve, olio, le D.o.C della provincia e i vini da meditazione.

Il pacchetto parte però il venerdì sera con sistemazione logistica e cena, per passare al sabato mattina dove sono previste visite guidate al territorio e relative bellezze, mentre il pomeriggio sarà sui campi. Cena a base di erbe e pernottamento. La domenica mattina visita alle aziende produttrici locali. Il costo del pacchetto e' di 160 euro e include: 2 pernottamenti e prime colazioni, 1 cena venerdì sera, 1 visita guidata sabato mattina, 1 lezione con esperta sabato pomeriggio, 1 aperitivo sabato tardo pomeriggio, 1 cena-buffet sabato sera.

Ad ospitare i “contadini raccoglitori di erbe” saranno piccole strutture del territorio che sono ormai abbastanza numerose e quindi rappresentano una realtà in crescita. Coinvolte dunque 12 tra B&B, Country House, Agriturismi che si occuperanno del pernottamento e la 1°colazione. Ma in alcuni casi, saranno anche le sedi dove verranno svolti gli eventi del sabato. 12 tra ristoranti, trattorie e osterie, che saranno coinvolti per il venerdì sera, presso i quali si potranno gustare menù a base di erbe e prodotti tipici.


Elenco erbe individuate con relativo evento, data, struttura e localita'

CROCO ( pianta dello zafferano)
Oasi San Benedetto (Lamoli)
1 aprile
2 aprile
3 aprile

ASPARAGO
Agriturismo Le Torricelle localita'Pirlo – Caprazzino (Piandimeleto)
9 aprile
10 aprile
11 aprile

CACCIALEPRE
Pieve di Castel Cavallino ( Urbino)
15 aprile
16 aprile
17 aprile

PUNGITOPO-RUSCO
Villa dell'Agata (Sant'Angelo in Vado)
29 aprile
30 aprile
1 maggio

DAFANI e VITALBE
Sacchia Farm ( Borgo Pace }
6 maggio
7 maggio
8 maggio

GRESPIGNO
Il Castello localita' Valle di Teva ( Monte Cerignone).
13 maggio
14 maggio
15 maggio

GINESTRELLA
La Grotta dei folletti (Mercatello sul Metauro)
20 maggio
21 maggio
22 maggio

STRIGOLI
Ca' Tommaso (Fermignano)
27 maggio
28 maggio
29 maggio

PAPATELLE (papavero rosa)
Fattoria del Borgo ( Montefabbri)
3 giugno
4 giugno
5 giugno

RAPASTELLO
Pian del bosco (Novafeltria)
10 giugno
11 giugno
12 giugno

BORRAGINE (+fiori: di tarassaco,cicoria, robinia, salvia)
Il Mulino della Ricavata (Urbania)
17 giugno
18 giugno
19 giugno

PIMPINELLA( ALVASTRELLA) e TARASSACO (insalate)
Le querce ( Frontino)
24 giungo
25 giugno
26 giungo



INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Sistema turistico locale Urbino e il Montefeltro
Via Puccinotti, 33 61029 URBINO (Pu)
Tel e fax 0722.320437 consorziomontefeltro@email.it
Programma del fine settimana

Venerdì: arrivo e sistemazione nella struttura
Cena presso ristoranti, trattorie e osterie del Montefeltro

Sabato: colazione
Mattina: Visita alle Rocche, Conventi, Musei, Giardini e Piazze.
Pranzo libero (ristorante consigliato)
Pomeriggio: escursione/lezione con l'esperto e raccolta erbe
spontanee.
Al tramonto intrattenimento con degustazioni dei prodotti tipici.
Cena evento nella struttura ospitante con nel menù l'erba
spontanea attribuitale.

Domenica: colazione
Visita libera alle aziende produttrici consigliate.
Rientro.


Claudio Benghi e le magiche figure volanti

A Fermignano (PU) la prima delle tre mostre di pittura “Segnali d'arte” in Galleria Bramante - dal 21 maggio al 2 giugno.

È il primo dei tre “Segnali d'arte” che lancia la Galleria Bramante. Un “messaggio” all'insegna della pittura contemporanea firmato Claudio Benghi, l'artista al quale è dedicata la mostra personale che si inaugura nel cuore della creatività della cittadina metaurense sabato 21 maggio alle 17,30.
Si tratta di una sorta di “trilogia” espositiva ideata dal Comune di Fermignano e inserita nella rassegna “Segnali d'arte” che l'assessorato alle attività culturali della Provincia ha promosso come tassello dello Spac (il Sistema provinciale di arte contemporanea), una “rete” che mette insieme e coordina l'attività dei moderni centri espositivi diffusi nel territorio.
Dopo l'itinerario inaugurale, seguiranno le mostre di Silvano Braido (dal 4 al 15 giugno) e Andrea Agostini (dal 18 giugno al 2 luglio).
Claudio Benghi è nato a Castel Maggiore (Bologna) nel 1947 dove vive e lavora.
«L'opera dell'artista - sottolinea Roberta Ridolfi, responsabile della direzione artistica del progetto “Segnali d'arte” - è contraddistinta da un ottimo uso della tecnica pittorica alla quale Benghi è approdato dopo la sperimentazione pluriennale dell'acquerello. La sua pittura è stata definita dalla critica come un segnale estetico raffinatissimo, una pittura capace di fare sognare chi si accosta a osservarla. In effetti la matrice figurativa dell'artista rimanda certamente a un mondo infantile, a un vissuto incantato e magico che emerge con forza tra le pieghe della vita reale. Le figure di Benghi ci consegnano una grazia gaudente che tuttavia non allude alla surrealtà e ancor meno all'astrazione, ma che piuttosto indaga sulle potenzialità emotive della vita interiore di noi umani. I quadri di questo artista sono popolati da figure volanti dalla leggerezza insospettabile, quasi fossero i protagonisti magici di una vita da favola che comunque va letta come metafora del vissuto presente».
Benghi ha partecipato a collettive in Italia e all'estero, numerose sono anche le personali a lui dedicate. Le sue opere sono presenti in collezioni internazionali pubbliche e private.

La mostra, organizzata in collaborazione con la Galleria d'arte moderna “La Piazzetta” di Fermignano di Gianluca Bastianelli, resterà aperta fino al 2 giugno, da martedì a sabato dalle 17 alle 19,30 e nei festivi dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 19,30.


Aspetto e spero

Con Leonardo Manera. Regia di Paola Galassi. Montelupone (MC), Teatro Nicola Degli Angeli - 19 maggio

Aspetto e spero è una sorta di varietà che trae spunto dal quotidiano e dalla vita del protagonista, dove la comicità viene messa al servizio del racconto. Leonardo Manera dichiara fin dall'inizio lo scopo dello spettacolo: ricevere in camerino al termine della serata numerose esponenti del sesso femminile per poterle conoscere e concretizzare eventuali relazioni. Per raggiungere tale obiettivo, Manera racconta sul palco, al centro di una scenografia suggestiva e scintillante, la propria vita alternando momenti autobiografici a momenti di vero e proprio varietà.

Attore, autore ma soprattutto cabarettista, Manera ha vinto nel '96 il Festival Nazionale del Cabaret per approdare subito dopo a note trasmissioni tv come Seven show, Paperissima, Quelli che il calcio, Ciro e attualmente Zelig.

Per informazioni: tel. 0733/226916

Entra nel vivo la festa di Monticelli

Ascoli Piceno, Località Monticelli - fino al 5 giugno

La partita del Cuore tra Ascoli Master e giovani di Monticelli per sostenere la partecipazione dei ragazzi alla GMG di Colonia. Gran finale con la Cover Band di Celentano, “Lui e gli amici del Re”, il 4 giugno, e Gianni Bella, il 5 giugno. E tantissimo altro...

Una lunga serie di manifestazioni sportive, ricreative e culturali messe in cantiere dal Comitato organizzatore delle due parrocchie dei Ss. Simone e Giuda e di S. Giovanni Evangelista di Monticelli per la XXVI edizione della Festa del quartiere, che ha avuto il suo prologo il 7 maggio con la gara di automodellismo radiocomandato. La festa è entrata nel vivo il 15 di maggio con una serie di manifestazioni che si succedono quasi ogni sera fino al 5 giugno: serata clou con il concerto di un personaggio del panorama musicale italiano: Gianni Bella, preceduta nella serata del 4 magio, dall'esibizione della più famosa Cover band di Celentano: “Lui e gli amici del Re”

Particolarmente numerose le novità del programma di quest'anno con manifestazioni di grande richiamo. Prima fra tutte la Partita del Cuore che si giocherà il 2 giugno alle ore 18, presso il Velodromo Comunale “Don Mauro Bartolini” ed il cui ricavato servirà a sostenere la partecipazione dei circa 50 giovani della Parrocchia dei Ss. Simone e Giuda che parteciperanno alla Giornata Mondiale della Gioventù che si svolgerà a Colonia (Germania) in agosto. Scenderanno in campo due squadre di eccezionale caratura: “Ascoli Master (Vecchie glorie Bianconere)” allenate da Massimo Silva (attuale allenatore dell'Ascoli Calcio). Grande attesa per poter rivedere in campo giocatori che hanno fatto la storia dell'Ascoli: ha assicurato la sua presenza Lorenzo Scarafoni ed è previsto l'intervento di Carlo Mazzone, di Eugenio Perico, Adelio Moro e Gianfranco Bellotto; ad affrontare le Vecchie Glorie saranno i giovani di Monticelli, allenati da Mimmo Pedalino. In panchina anche il Vescovo di Ascoli Mons. Silvano Montevecchi, sempre vicino alle iniziative che vede coinvolti i giovani. Cronaca in diretta assicurata dalla presenza di Mario La Rocca e Valerio Rosa. Ha assicurato la sua presenza anche l'arbitro ascolano di serie A, Emidio Morganti ed il presidente della sezione arbitri ascolana Alessandro Sciamanna, ex arbitro di serie C.

Dal 28 maggio al 5 giugno si potrà visitare la mostra di tre pittori ascolani (che abitano o hanno abitato a Monticelli): uno di grande fama, come Giuseppe Solimando; altri due emergenti, come Gabriele Coccia ed Angela Capecci.

Per la gioia di tutti i bambini e i ragazzi la XXVI gara di pittura estemporanea, il 4 giugno con oltre 100 giovanissimi artisti dalla scuola materna alla terza media.

Il programma delle manifestazioni, ormai tradizionali, spazia inoltre da momenti aggregativi a servizio del quartiere come i giochi di Quartiere con 12 squadre e 400 concorrenti di tutte le età fino alla Scampagnata sulle colline intorno a Monticelli. Di grande richiamo anche la rassegna concorso per gruppi musicali giovanili emergenti: “Monticelli Live” in cui ben 13 gruppi si esibiranno (alcuni per la prima volta davanti ad un pubblico) per guadagnare il passaggio alla manifestazione di novembre “Music Hope” che ha visto negli scorsi anni la partecipazione di ospiti di rilievo come Saturnino Celani, ascolano, bassista della band di Jovanotti.

Non mancano infine le tradizionali manifestazioni come la X Sagra del Baccalà con ballo in piazza dal 28 maggio al 5 giugno. Si potrà anche tentare la fortuna con la ricchissima Pesca di Beneficenza e la Lotteria. Saranno in funzione gli avvincenti e nuovissimi giochi a premi: il gioco del “48” e quello delle freccette oltre al classico “OK... l'altezza è giusta!”.

Il programma dettagliato della Festa 2005, si può trovare sul sito: www.parrocchiamonticelli.org

Sagra della Lumaca
Sant'Ippolito (PU), Località Sorbolongo - 21 e 22 maggio

La sagra della lumaca nasce nella primavera del 1972 dall'iniziativa di alcuni paesani. Ora è divenuta una tradizione che è portata avanti dai giovani del posto con orgoglio e tanta passione.

La sagra si svolge nel week-end 21 e 22 maggio. Si parte la sera del sabato dalle ore 19 e si prosegue domenica delle ore 16 con l'apertura degli stand gastronomici. Piatto forte le succulente lumache cotte al forno o con il pomodoro, accompagnate da diversi primi piatti, piadina, porchetta, salsicce e altro. Uno spazio particolare è riservato all'enoteca della lumaca in cui sommelier professionali serviranno vini locali in preziosi bicchieri di cristallo con la griffe della manifestazione. Inoltre giochi, divertimenti e il mercatino dell'artigianato e della gastronomia locale fanno da contorno alla festa. Elemento importantissimo delle due serate la musica: l'orchestra e gruppo rock (sabato) e l'orchestra spettacolo e un gruppo jazz (domenica). Da segnalare anche il convegno “La lumaca ubriaca” (domenica ore 17) presso l'ostello della gioventù: una riflessione sul tema dell'abbinamento dei piatti tipici a base di lumaca di terra con i vini del territorio.

Programma dettagliato

Prima giornata
Ore 10.30: Saluto delle autorità e degli esperti. Introduzione ai lavori. Presentazione del programma relativo alle finalità agli impegni e ai risultati attesi.
Ore 11.00: Inizio lavori con punzonatura delle opere in concorso
Ore 13.00: Pausa pranzo.
Ore 14.30: Inizio performance Professionisti. Allestimento degli spazi, definizione dei materiali, descrizione dei risultati attesi, inzio cotture e confronto risultati con previsioni di attesa.
Ore 19.30: Fine lavori.
Nel dopocena tavola rotonda tra Esperti sullo sviluppo e sulle peculiarità della ceramica Raku e presentazione dei poeti che parteciperanno alla rassegna poetica “poesiadivino”

Seconda giornata
Ore 09.30: Accredito partecipanti.
Ore 10.30: Saluto delle autorità e delle persone intervenute.
Ore 10.45: Inizio Attività didattica. Performance per tutti gli intervenuti, spiegazione processo, decorazione oggetti, cottura e ritiro oggetto.
Ore 12.00: Coffe-break.
Ore 13.00: Pausa pranzo.
Ore 14.30: Performance pomeridiana per tutti gli intervenuti, spiegazione processo, decorazione oggetti, cottura e ritiro oggetto.
Ore 17.00: Premiazione del vincitore concorso Festa Raku.
Ore 18.30: Fine lavori.

Programma Sabato 20

ore 19:00 apertura stand gastronomici con le succulente lumache in porchetta, in umido e in ragù con Pasta Columbro,
inoltre piadina, porchetta, salsicce e gustosi piatti locali.
ore 20:00 Enoteca della Lumaca: I Sommelier della Delegazione di Pesaro serviranno al calice e illustreranno i vini della Provincia di Pesaro e Urbino
All'ingresso del Castello a disposizione, al costo di 3 euro l'uno, preziosi bicchieri di cristallo della WineStar personalizzati serigrafati con il logo della lumaca di Sorbolongo, che a fine serata vi porterete a casa. Primo calice di vino offerto.


Programma Domenica 21

ore 16:30 apertura stand gastronomici
ore 17:00 Convegno-Dibattito su "La Lumaca Ubriaca" con la partecipazione del noto Sommelier e Storico della Gastronomia Piergiorgio Angelini, il Delegato AIS di Pesaro Cosimo Tomassini e alcuni Consiglieri della Delegazione, la Fiduciaria della Condotta Slow Food di Fano Paola Scarlatti, sul tema dell'abbinamento dei Vini della nostra provincia con le varie preparazioni di lumache. Percorso storico della lumaca attraverso l'utilizzo in cucina. Saranno servite in assaggio tre preparazioni con altrettanti vini
ore 20:00 Enoteca della Lumaca

L'intrettenimento musicale sarà folkloristico nello spazio degli stand gastronomici, nella Pzza San Michele sarà rock il sabato e jazz la domenica.
L'Enoteca della Lumaca avrà doppia presenza: vicino agli stand gastronomici e nella Pzza San Michele.



Per raggiungere Sorbolongo:
da Nord e da Sud, uscita A14 Fano, superstrada direzione Fossombrone, uscita Sant'Ippolito, superare Sant'Ippolito dopo pochi km sulla sx Sorbolongo.
da Ovest, Flaminia da Cagli verso Fano, in superstrada uscita Sant'Ippolito, come sopra.

Per informazioni: Comune, tel. 0721/728144

Welcome to paradise

Il volto dello Sri Lanka dopo lo tsunami. Mostra fotografica di Barbara Di Cretico. Ascoli Piceno, Palazzo San Filippo -dal 20 maggio al 5 giugno. A sei mesi dal devastante maremoto nel Sud - Est Asiatico, i problemi ed i drammi, sono tutt'altro che superati. Il bisogno di aiuto di quelle popolazioni è di pressante attualità e resterà tale ancora per anni.

In tale prospettiva la Provincia di Ascoli Piceno avverte l'esigenza di mantenere viva l'attenzione su questa immane tragedia attraverso una mostra fotografica dal titolo “Welcome to Paradise”Il volto dello Sri Lanka dopo lo tsumani, di Barbara Di Cretico, che verrà inaugurata il 20 maggio alle ore 17,00 a Palazzo San Filippo ad Ascoli Piceno.
La Fotografa presenta il reportage realizzato in Sri Lanka ad un mese dallo tsunami. 27 immagini che raccontano la vita che riprende il suo corso, tra miseria e bellezza. Welcome to Paradise , benvenuti in paradiso. Per non dimenticare e per continuare a portare aiuto ad un popolo che è terzo mondo da sempre, da troppo. Catalogo gratuito in mostra, edito dalla Provincia di Ascoli Piceno.

Si ricorda infine che è possibile contribuire alla realizzazione del villaggio ed alle altre iniziative umanitarie con un versamento sul conto corrente intestato al GUS n. 20.000 - Banca delle Marche - Sede Macerata, Filiale n.1, Abi 06055 Cab 13401 cin W con causale EMERGENZA ASIA 2004.

Barbara Di Cretico è nata a San Benedetto del Tronto nel 1963.
Studia Sociologia all'Università di Urbino, facoltà che interrompe per dedicarsi alla fotografia.
Freelance si diploma in fotografia pubblicitaria alla John Kaverdash di Milano.
Nel 2002 documenta il disastro ecologico in Galizia, pubblicando il libro fotografico Nunca Màis Petroleo en el Mar in collaborazione con la Provincia di Ascoli Piceno.
Nel febbraio 2005, ad un mese dallo tsunami in Sri Lanka, il suo ultimo lavoro: Welcome to Paradise.

 
pesaro urbino
macerata
ancona
ascoli piceno